La professione di archivista

Gli archivisti si occupano del trattamento di informazioni estremamente diversificate. Valutano, raccolgono, indicizzano e trasmettono i documenti. Lavorano con originali ed esemplari unici sul piano giuridico, storico e scientifico. Trattano con la massima cura documenti scritti, elettronici ed audiovisivi.

Sono impiegati principalmente negli archivi pubblici (federali, cantonali, comunali ed ecclesiastici), in archivi tematici ed in archivi di diverse altre istituzioni pubbliche, di imprese e di associazioni.

Il lavoro in archivio richiede su competenze professionali specifiche. Esistono diversi percorsi formativi possibili (documento PDF): coloro che lavorano in archivio hanno di solito alle spalle una laurea - spesso in storia - oppure hanno completato la formazione di base per diventare gestori dell’informazione e della documentazione e successivamente hanno seguito una formazione a livello universitario-professionale.

Diverse istituzioni offrono studi post-laurea; anche l’AAS organizza corsi di formazione continua e giornate formative dedicate alla professione ed ai suoi impiegati. Le attività archivistiche sono molto variate e dipendono dall’impresa. L’attività degli archivisti dipende dall’istituzione che li occupa, dai loro compiti, dalla loro formazione, dalle loro qualifiche e dalle loro inclinazioni personali. Esse si suddividono in cinque grandi categorie: Records Management, valutazione, raccolta, gestione e comunicazione.

Il quadro sinottico “professione archivista” (documento PDF) offre una panoramica dettagliata di tutte le attività correlate, suddivise secondo le conoscenze specialistiche, competenze professionali e competenze sociali necessarie.